I vincitori del 2019

1° Premio

Assegnato a:
Comune di Torino

Con la collaborazione di:
Enerbrain, Iren

“Vogliamo ridurre al minimo le barriere all’innovazione. La misura di questo impegno si chiama Torino City Lab, una piattaforma di open innovation per favorire la collaborazione tra pubblico e privato”

Il Comune di Torino si è aggiudicato il primo premio in occasione dell’Ecohitech Award 2019 per l’approccio innovativo, le continue sperimentazioni nell’utilizzo di nuove tecnologie e l’apertura a progetti condivisi volti a risolvere problematiche urbane attraverso l’adozione di IoT e Intelligenza Artificiale. Cuore dell’innovazione digitale del capoluogo piemontese è Torino City Lab, “una piattaforma che abilita l’innovazione e che contiene laboratori AI e IoT dai quali sono nate le sperimentazioni che hanno portato all’ottenimento di questo prestigioso riconoscimento

Nicola Farronato per conto di Marco Pironti, Assessore all’innovazione e Smart City del Comune di Torino. “Il progetto si connette a una startup Made in Torino, oggi scale up, ovvero Enerbrain, e a una importante multiutility, Iren, nonché all’Assessorato all’Innovazione in quanto abilitatore di questa progettualità, nata sotto il titolo del retrofitting energetico per la trasformazione di edifici in smart building, più efficienti, più vivibili. Ambienti per il futuro”.
Per approfondimenti: IoT al servizio della Smart City: l’esempio di Torino.

Secondo e terzo premio

2° Premio

Assegnato a: Comune di Benetutti
Con la collaborazione di: Sardegna Ricerche

Verso una rete smart grid

Secondo posto per il piccolo Comune sardo di Benetutti, poiché l’attuale bilancio energetico e il potenziale disponibile di 1,5 MW, oltre a una corretta gestione della produzione del consumo e dell’accumulo, permetteranno lo sviluppo di una Smart Grid.
Per approfondimenti:
Smart grid per la smart city, l’esempio parte dal borgo

3° Premio

Assegnato a: Comune di Cervia
Con la collaborazione di: Hera Luce

Illuminazione green & smart

Sul podio anche il Comune di Cervia per il processo di riqualificazione energetica dell’impianto di pubblica illuminazione sviluppato in collaborazione con Hera Luce, che ha portato a ottenere un risparmio del 73% (ovvero più di 4 GWh/anno).
Per approfondimenti:
Riqualificazione energetica dell’illuminazione pubblica

Le eccellenze premiate negli ultimi anni

Progetti innovativi per il miglioramento della sicurezza, dell’efficienza energetica e della qualità di vita dei cittadini all’interno delle smart city.

Innovative, migliorative, adattive, a misura delle città che le integrano: le tecnologie al servizio delle smart city consentono di rispondere in modo differenziato alle differenti esigenze, dando vita a progetti che divengono fonte d’ispirazione comune.

Città partecipative e sicure

Ne 2018 il Comune di Modena è stato premiato come esempio virtuoso d’innovazione digitale, con una “mappa di luoghi innovativi” che aumentano l’efficienza e l’intelligenza partecipata del territorio. Il risultato è l’innalzamento della qualità di vita, a partire dai cittadini, nella fruizione quotidiana degli spazi urbani.

Si declina invece nell’ambito della sicurezza il progetto di Fiorano Modenese premiato nel 2018, con l’introduzione di un impianto di videosorveglianza ad alta tecnologia capace di segnalare l’ingresso nei varchi del paese di auto rubate ed effettuare controlli sul traffico urbano.

Città che pensano all’uomo

Nell’ambito dell’illuminazione pubblica, nel 2017 il Comune di Feltre si è aggiudicato l’Ecohitech Award per il progetto di Smart Lighiting che integra illuminazione artistica, variabile in base alla luce esterna, e la tecnologia beacon per lo scambio di dati a breve distanza. Il risultato è la trasformazione delle storiche lanterne del centro in barometri in grado di fornire ai cittadini e ai turisti informazioni meteo.

Spicca invece per i risultati raggiunti nel 2017 in termini di efficienza energetica il Comune di Segrate, premiato per il modello di città innovativa Milano4You: un’area smart city dove tecnologia, risparmio energetico, sostenibilità ambientale e sociale si integrano per dare vita a un modello di città dedicato all’uomo.

Patrocini